CALANDRATURA
 
 

La calandratura è un campo della lavorazione della lamiera in cui Tomatis Lamiere ha investito in maniera importante soprattutto negli ultimi anni, aggiungendo al suo parco macchine altri 2 nuovi impianti di ultima generazione, a controllo numerico.

La calandratura è apprezzata dai nostri clienti non soltanto per esigenze di montaggio, ma anche per la finitura estetica dei prodotti, che in alcuni casi migliora notevolmente rispetto ad una tradizionale lavorazione a colpi di piegatura.

DATI TECNICI

Larghezza max. calandrabile:
4.500 mm

Spessore max. lamiera:
20 mm



Le nostre tre calandre coprono una gamma di lavorazione completa, dalle piccole alle grandi dimensioni:

  • Un impianto di calandratura con larghezza massima 1.500 mm che permette di eseguire pieghe con raggi ridotti su spessori medio-sottili.

  • Un impianto di calandratura con larghezza 3.000 mm per la deformazione di spessori medio-alti.

  • Un impianto di calandratura speciale con larghezza 4.500 mm che permette l’esecuzione di particolari di spessori sottili ma di dimensioni fuori standard.



Tra le le lavorazioni che la Tomatis Lamiere è in grado di offrire con le sue calandre ci sono particolari per impianti Idroelettrici, rulli vagliatori, lame spartineve, carter estetici per macchinari industriali, particolari per l’arredo urbano e molto altro ancora.





Realizzazioni